Art. 22 bis cdc - Pubblicità ingannevole delle tariffe marittime

E’ considerata ingannevole la pubblicità che, riguardando le tariffe praticate da compagnie marittime che operano sul territorio italiano direttamente o in code-sharing, reclamizzi il prezzo del biglietto dovuto alla compagna marittima separatamente dagli oneri accessori, dalle tasse portuali e da tutti gli oneri comunque destinati a gravare sul consumatore, dovendo la compagnia marittima pubblicizzare un unico prezzo che includa tutte queste voci. Articolo inserito dall’art. 2 della L. 23 luglio 2009, n. 99




Leggi altri articoli in: Codice del Consumo
x

Richiedi un Parere Legale

Immediato e Riservato