Art. 548 cp - Istigazione all'aborto.

Chiunque fuori dei casi di concorso nel reato preveduto dall'articolo precedente, istiga una donna incinta ad abortire, somministrandole mezzi idonei, è punito con la reclusione da sei mesi a due anni. Articolo abrogato dall’art. 22 della L. 22 maggio 1978, n. 194.




Articoli correlati nel Codice Penale