Art. 582 cp - Lesione personale

Chiunque cagiona ad alcuno una lesione personale, dalla quale deriva una malattia nel corpo o nella mente, è punito con la reclusione da sei mesi (1) a tre anni.

Se la malattia ha una durata non superiore ai venti giorni e non concorre alcuna delle circostanze aggravanti previste negli articoli 583 e 585, ad eccezione di quelle indicate nel numero 1 e nell'ultima parte dell'articolo 577, il delitto è punibile a querela della persona offesa.

(1) Comma modificato dall'art. 1, comma 3, lett. b) della legge 23 marzo 2016, n. 41.

 

Testi per l'approfondimento

Le lesioni personali, Raffaele Barra, Giuffrè, 2013

Le lesioni personali

Consenso e dissenso informati nella prestazione medica, M. Nefeli Gribaudi, Giuffrè, 2012

Consenso e dissenso informati nella prestazione medica

I delitti contro la vita e l'incolumità individuale, Trattato di diritto penale Parte speciale, Cedam, Basile Fabio, 2015

I delitti contro la vita e l incolumita individuale

Violenza in famiglia. Percorsi giurisprudenziali, Emilia A. Giordano e Mariella De Masellis, Giuffrè, 2011

Violenza in famiglia. Percorsi giurisprudenziali

 

Corsi professionali

Rischio di aggressione violenta

Elearning Innovazione e Servizi presenta il corso online rivolto ai lavoratori, ai dirigenti e ai coordinatori che si occupano di sicurezza sul lavoro. Il corso, attivo nel 2020, fornisce nozioni teoriche e comportamentali per ridurre gli effetti e prevenire i fenomeni di aggressione fisica nel mondo del lavoro. Sono approfonditi tutti quegli aspetti di diritto penale che riguardano, in particolare, Lesioni personali derivanti dall’aggressione, il Reato di lesioni volontarie. Ai partecipanti sarà consegnato l’Attestato di frequenza e il Libretto Formativo del Cittadino.

Omicidio e lesioni colpose stradali

Con un corso dedicato alla struttura dei reati dell'omicidio stradale e delle lesioni personali colpose stradali, La Tribuna, nel suo spazio riservato alla formazione online dei professionisti e in particoalre degli avvocati soggetti all’obbligo di formazione continua, promuove l’approfondimento di tematiche penalistiche. Il 31 gennaio 2020 si potrà acquistare e usufruire di una ora di formazione composta da quattro moduli formativi che darà diritto all’acquisizione di un credito formativo

Omicidio e lesioni colpose stradali tra Diritto, Processo e Medicina Legale

Nel 2016 l’Università Unicusano, specializzata nella formazione universitaria telematica, ha tenuto un master a distanza rivolto ai periti per coadiuvarli nella conduzione di indagini e nella gestione competente di tali situazioni. Basato su nozioni di diritto penale, il Master ha avuto una natura multidisciplinare, fornendo nozioni dal punto di vista delle scienze penalistiche integrate, del Diritto Penale sostanziale e processuale, di medicina legale e di Diritto Costituzionale. Il Master si è articolato in 7 moduli di studio sulla nuova normativa dell’omicidio e delle lesioni stradali.



Cassazione Civile 25936/2017 è reato scagliare un oggetto in un momento di nervosismo

La Corte di Cassazione, Sezione Penale, con la sentenza n. 25936 del 24 maggio 2017 si è pronunciata sul caso della madre che ha scagliato il telecomando sul volto del figlio provocandogli lesioni, ed ha sancito che lo stato emotivo di nervosismo e risentimento provato dal genitore nei confronti del figlio non vale ad escludere l’elemento psicologico del reato di lesioni personali e di maltrattamenti in famiglia poiché l’attenuante della provocazione richiede che l’agente abbia perso il controllo di se stesso in conseguenza di un fatto eccezionale. Non può nemmeno escludersi il dolo qualora l’entità delle lesioni inferte testimoni che l’agente si trovava a minima distanza dalla persona offesa ed abbia impresso notevole forza nello scagliare l’oggetto.

Cassazione Penale 3476/2008 il proprietario del cane dato in custodia risponde ugualmente di lesioni

La posizione di garanzia assunta dal proprietario di un cane gli impone l'obbligo di adottare le cautele necessarie a prevenire le prevedibili reazioni dell'animale e pertanto egli risponde a titolo di colpa delle lesioni cagionate a terzi dallo stesso animale, qualora ne abbia affidato la custodia a persona inidonea a controllarlo. (Annulla con rinvio, App. Catanzaro, 3 gennaio 2007). Cassazione Penale, sentenza n. 34765 del 03 aprile 2008.

Cassazione Penale 17505/2008 possono essere lesioni personali solo le alterazioni organiche significative

Ai fini della configurabilità del delitto di lesioni personali, la nozione di malattia giuridicamente rilevante non comprende tutte le alterazioni di natura anatomica, che possono in realtà anche mancare, bensì solo quelle alterazioni da cui deriva una limitazione funzionale o un significativo processo patologico ovvero una compromissione delle funzioni dell'organismo, anche non definitiva, ma comunque significativa. (Rigetta, App. Roma, 5 aprile 2004). Cassazione Penale, sentenza n. 17505 del 19 marzo 2008.

Cassazione Penale SSUU 2437/2008 l’intervento chirurgico sbagliato non integra lesione se l’esito è fausto

Non integra il reato di lesione personale, né quello di violenza privata la condotta del medico che sottoponga il paziente ad un trattamento chirurgico diverso da quello in relazione al quale era stato prestato il consenso informato, nel caso in cui l'intervento, eseguito nel rispetto dei protocolli e delle "leges artis", si sia concluso con esito fausto, essendo da esso derivato un apprezzabile miglioramento delle condizioni di salute del paziente, in riferimento anche alle eventuali alternative ipotizzabili e senza che vi fossero indicazioni contrarie da parte dello stesso. (Annulla senza rinvio, App. Bologna, 5 febbraio 2007). Cassazione Penale, Sezioni Unite, sentenza n. 2437 del 18 dicembre 2008.




Articoli correlati nel Codice Penale