Art. 1158 Codice Navigazione - Omissione di assistenza a navi o persone in pericolo.

Il comandante di nave, di galleggiante o di aeromobile nazionale o straniero, che ometta di prestare assistenza ovvero di tentare il salvataggio nei casi in cui ne ha l'obbligo a norma del presente codice, è punito con la reclusione fino a due anni. La pena è della reclusione da uno a sei anni, se dal fatto deriva una lesione personale; da tre a otto anni, se ne deriva la morte. Se il fatto è commesso per colpa, la pena è della reclusione fino a sei mesi; nei casi indicati nel comma precedente, le pene ivi previste sono ridotte alla metà.




Leggi altri articoli in: Codice della Navigazione

Utilizzando il sito si accettano i Cookies statistici e pubblicitari, dal medesimo utilizzati. Leggi l'informativa consultabile.

x
A quale categoria appartieni?