Art. 479 cp - Falsità ideologica commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici

Il pubblico ufficiale, che, ricevendo o formando un atto nell'esercizio delle sue funzioni, attesta falsamente che un fatto è stato da lui compiuto o è avvenuto alla sua presenza, o attesta come da lui ricevute dichiarazioni a lui non rese, ovvero omette o altera dichiarazioni da lui ricevute, o comunque attesta falsamente fatti dei quali l'atto è destinato a provare la verità, soggiace alle pene stabilite nell'articolo 476.

Cassazione Penale, SS.UU., sentenza 24 settembre 2007, n. 35488, Cassazione Penale, sez. V, sentenza 23 gennaio 2008, n. 3557 e Cassazione Penale, sez. V, sentenza 18 aprile 2008, n. 21839, Cassazione Penale, sez. II, sentenza 10 settembre 2008, n. 35058 e Cassazione Penale, sez. feriale, sentenza 12 novembre 2008, n. 42166


x

Utilizzando il sito si accettano i Cookies, dal medesimo utilizzati, secondo l'informativa consultabile.

Accetto