Art. 49 cp - Reato supposto erroneamente e reato impossibile

Non è punibile chi commette un fatto non costituente reato, nella supposizione erronea che esso costituisca reato.

La punibilità è altresì esclusa quando, per la inidoneità dell'azione o per l'inesistenza dell'oggetto di essa, è impossibile l'evento dannoso o pericoloso.

Nei casi preveduti dalle disposizioni precedenti, se concorrono nel fatto gli elementi costitutivi di un reato diverso, si applica la pena stabilita per il reato effettivamente commesso.

Nel caso indicato nel primo capoverso, il giudice può ordinare che l'imputato prosciolto sia sottoposto a misura di sicurezza.



Cassazione Penale 16163/2008: è reato impossibile se è stato determinato esclusivamente dall’agente provocatore

Nell'ipotesi della presenza di un agente provocatore, l'esclusione della punibilità stabilita dall'art. 49, cpv., cod. pen., presuppone necessariamente la derivazione assoluta ed esclusiva dell'azione delittuosa dall'istigazione di tale soggetto e non può pertanto configurarsi quando la determinazione sia proveniente anche da attività di soggetti diversi dall'agente provocatore. Ne consegue che, in tal caso, l'attività dell'agente provocatore costituisce un fattore estrinseco che dà spunto all'azione delittuosa, ma non esclude affatto che questa sia stata voluta e realizzata dal reo secondo impulsi e modalità allo stesso autonomamente riconducibili. (Fattispecie relativa alla cessione di sostanze stupefacenti nell'ambito di un piano ideato da agenti di polizia sotto copertura, in cui la S.C. ha escluso la configurabilità del reato impossibile, osservando che l'imputata si era volontariamente prestata ad eseguire l'incarico affidatole, ponendo in essere un'attività di ricerca degli acquirenti e di consegna di un rilevante carico di stupefacenti). (Rigetta, App. Milano, 26 Marzo 2007). Cassazione Penale, Sezione VI, sentenza n. 16163 del 24 gennaio 2008.




Leggi altri articoli in: Titolo III - Del reato (artt. 39-84)
x

Utilizzando il sito si accettano i Cookies, dal medesimo utilizzati, secondo l'informativa consultabile.

Accetto