Art. 84 TU stupefacenti - Divieto di propaganda pubblicitaria

La propaganda pubblicitaria di sostanze o preparazioni comprese nelle tabelle previste dall'art. 14, anche se effettuata in modo indiretto, è vietata. Non sono considerate propaganda le opere dell'ingegno non destinate alla pubblicità, tutelate dalla legge 22 aprile 1941, n. 633, sul diritto d'autore. 2.  Il contravventore è punito con una sanzione amministrativa da euro 5.164 (lire dieci milioni) a euro 25.822 (lire cinquanta milioni), sempre che non ricorra l'ipotesi di cui all'art. 82. 3.  Le somme di denaro ricavate dall'applicazione delle sanzioni di cui al comma 2 sono versate sul Fondo nazionale di intervento per la lotta alla droga di cui all'art. 127. (Legge 26 giugno 1990, n. 162, art. 21, comma 1). 




Leggi altri articoli in: Testo Unico degli Stupefacenti
x

Utilizzando il sito si accettano i Cookies, dal medesimo utilizzati, secondo l'informativa consultabile.

Accetto